venerdì 17 aprile 2009

Bio mucche che amarezza







Compro la carne biologica in una fattoria vicino casa, il latte biologico dalle mucche ad ostia antica, la verdura solo di stagione biologica dal contadino dietro casa, le uova e la carne di pollo e di gallina al pollaio. Insomma, è un gran lavoro (e speriamo che sia biologico veramente) ma è bellissimo entrare in questi posti e sentire l'odore degli animali veri, quelli che quasi non esistono più se non nelle gite scolastiche per i bimbetti. E poi, ormai con la mia superbike arrivo ovunque, anche da Tiziana quando piove.
Da bambina a casa di nonna avevo le galline e le paperelle in giardino, adesso c'è un coniglio che si chiama Ciccio (prima era Bunny ma era troppo raffinato per noi) e che si nutre di violette e di tutte le piantine che trova e che lascia ovunque i suoi ricordi più felici.

Fu così che il macellaio della tenuta di dragone mi disse:" guarda quella mucca chiara, lunedì la portiamo al macello e poi te la servo sul bancone". Che orrore!!!!!! Devo assolutamente diventare vegetariana mi dico in lacrime e scatto una foto alla povera bestia con la certezza che i miei occhi lucidi non servano a nulla. E' vero che la carne la mangiamo comunemente ma quando sai che la fettina apparteneva a Carolina che ti guarda come una che sa che è giunto il suo momento di gloria allora il discorso è diverso.

6 commenti:

bricolo-chic ha detto...

povera mucchetta... io non entro dal macellaio da secoli, compro la fettina solo al supermercato imballata nel suo bel polistirolo così inquinante, ma almeno non ha nulla che ricordi gli occhioni! Però forse a giudicare dalle foto dei pascoli ha avuto una vita migliore di tante sue colleghe meno fortunate!

Tilly ha detto...

io ci ho provato a essere vegetariana, ma il colmo è che non posso mangiare un sacco di verdure perchè contengono nichel a cui io sono allergica.. e si il nichel mica c'è solo nella bigiotteria, ma anche nei pomodori, nei funghi, negli asparagi, nei piselli... e qui mi fermo perchè non ti vorrei annoiare ma la lista è molto lunga..
però vorrei farti notare una cosa che comunque tu hai già notato: il coniglio tu lo chiami Ciccio e la mucca Carolina, lui invece si guarda bene dal dargli un nome..

wonder perlina ha detto...

diventerò vegetariana, prima o poi bisogna decidersi. Comunque ciccio ci chiama eccome, lui si che fa una bella vita, corre in giardino come un pazzo e sa che non finirà mai su un piatto. Quanto a Carolina, il suo destino è ormai segnato. baci

silvia bettarini ha detto...

purtroppo diventare vegetariani non basta ... se si vuole evitare di uccidere animali l'unico modo è diventare vegani.. perchè anche la produzione di latte e uova comporta l'uccisione di animali... per chi vuole legga on line il libro di Marina Berati "Perchè vegan" e capirete....
Io sono diventata vegan da poco perchè ho scoperto cosa succede realmente a galline ovaiole a mucche da latte, ai vitellini.... tutti al macello purtroppo !!

wonder perlina ha detto...

Che agonia, poveri animali!

wonder perlina ha detto...

Che agonia, poveri animali!