sabato 5 settembre 2009

finalmente Sorrento








Eccomi di nuovo a raccontarvi di una breve gita. Si, perché quel poco di wonder che mi rimane è la voglia di tornare a Sorrento, paesino incantato e romantico, pieno zeppo di vicoli e di delizie incredibili. In lontanza vedo maestoso il Vesuvio e riscopro i mille odori degli agrumenti sorrentini ancora acerbi a settembre ma strapieni di frutti. Questa estate è caldissima per tutti ma un bel bagno in piscina ci ristora completamente; poi via si parte per una passeggiata in costiera amalfitana. E qui, come in una favola gli occhi sono di nuovo sorpresi dalla naturale bellezza del mare e della costa, ad Amalfi ritrovo la pasticceria Pansa accanto al duomo e non posso resistere ad un babà alla crema e Positano visto dal battello sembra un paesino delle costruzioni lego, un miscuglio meraviglioso di case una sopra l'altra.
Poi si torna a casa e come ogni anno zia mi fa trovare una buonissima torta di fragole.

9 commenti:

Paola ha detto...

Ehi, ma quella... è una torta di compleanno!!!...Il tuo??
Ciao!!

wonder perlina ha detto...

Si, proprio il mio....ciao paola come stai?

Paola ha detto...

Sto bene carissima! Ehi, sai che hai indovinato una marmellata!! :))
Bacione!!

Paola ha detto...

Opss la fretta di schiacciare sti tasti.... AUGURI anche se in ritardo!!! Ciao!!

Mina ha detto...

auguri auguri e ancora auguri!
Ti aspetto sabato prossimo e portati i cuccioli o almeno Chiara!
ci sarà da divertirsi. fammi sapere... baci

wonder perlina ha detto...

Cara mina io vengo...possibilmente by myself!

Grazie Paola, quale marmellata ho azzeccato? posso dire anche prugna e pesca?

Scarabocchio ha detto...

ahhhhhhhhhhhhhhhh Sorrento!!!

Auguri Wonder!
Che bel compleanno quest'anno, eh? ^^

Anonimo ha detto...

auguri in ritardo wonder!!! Tì
p.s. mi vuoi bene anche se da un po' di anni dimentico il tuo birthday ;-P

wonder perlina ha detto...

Ciao Scarabocchio, svegliarmi a Sorrento per il mio compleanno è stato super.
Ciao Ti, quanto a te che sei scordarella come me, voglio un mondo di babà di bene. Il che è dire tutto.