lunedì 16 settembre 2013

Asset identitario

Wonder perlina è di nuovo in fase di bilanci personali.
Questa volta il bilancio è un po' così così ma in una cosa wonder perlina è superdotata: la capacità di redigere e di seguire check lists infinite sia in famiglia, sia a Sgobbonia.

La suddetta capacità è un vero e proprio asset identitario di wonder perlina, così lo chiamerebbe ecomarito.

Nella checl list wonder perlina è una  maestra, talvolta è la maestra di check lists inutili

In casa, invece, le liste di wonder sono tutte degne di brevetto. Ad esempio c'è quella della spesa; quella dei controlli spese mensili, trimestrali ed annuali (bollette, pagamenti condominio, colf, contributi colf, revisioni, tagliandi, assicurazioni, bolli auto, controlli caldaia, mensa dei bambini) e quella delle attività improrogabili  tipo sverminamento e antipulci gatti, antilarvale per zanzare, antiformica e antilumaca per il prato, concimazioni e potature piante, ecc.
C'è la check list dei regali di natale con delle caselle per ciascuna persona che riceverà un wonder regalo, il prezzo stimato per la spesa  e i regali fatti negli anni precedenti in modo da non ripetersi.

C'è quella poi, dei viaggi. La check list dei viaggi è suddivisa in worksheets: viaggi in italia in montagna, viaggi in italia al mare, viaggi all'estero al mare ed in montagna, viaggi in campeggio,  viaggi in  nave, viaggi in europa con famiglia al seguito, viaggi in europa da sola con amiche, viaggi di sola andata (che esiste ma non è stato ancora compilato).

All'interno di ciascun foglio, per ciascuna tipologia di viaggio, wonder perlina ha inserito ogni sorta di bene materiale ed immateriale che potesse mai servire durante un viaggio, in modo da poter scongiurare qualsiasi tipo di dimenticanza.

La follia delle check lists di wonder non finisce qui: gli oggetti nella check list dei viaggi sono inseriti non a caso, ma per gruppi omogenei di beni (ad esempio le ciabatte stanno insieme alle scarpe di ricambio e non agli spazzolini da denti che stanno con il filo interdentale) e sono catalogati in base a come andranno inseriti all'interno dei  luggages, per velocizzare le operazioni di "invaligiamento e svaligiamento" (valigia grande nera, valigia piccola nera, trolley rosa da cabina, hand bag da spalla, ecc.).

Ora, di questo asset identitario, sebbene si tratti più di un fardello che altro, secondo voi, wonder può farne a meno? Wonder riuscirà a mettere in atto i consigli del coach, ovvero vivere un po' alla giornata, o è destinata ad un inevitabile destino rinchiusa in qualche cantina di qualche bravo psichiatra?

a presto

4 commenti:

Tilly ha detto...

Hai fatto anche una lista delle liste!! E se tu facessi anche una lista delle cose che possono essere fatte senza lista?

bricolo-chic ha detto...

La seconda che hai detto? Tranquilla ci saró io a farti compagnia, sono il contrario della pianificazione ma nonostante ció sono una maniaca del controllo anche io.
Allora please butta giú una check list di quel che porteremo, connessione internet in primis...
Dai che sei sulla buona strada! Strappa qualche lista e fanne un decoage
Baci

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Wonder è superdotata e riuscirà nell'intento!

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Se le liste ti rendono impeccabile, perché farne a meno?

Io ho scarsissima memoria, annoto le cose importanti sul calendario che però, puntualmente, mi scordo di consultare ^^