giovedì 27 settembre 2012

sono bipolare: E' ASSODATO

Feltrinelli in aeroporto e' invasa da milioni di sfumature. Che faccio? Provo almeno le 50 sfumature di grigio?

Lo compro, e' mio, sull'aereo inizio avidamente a leggerlo.
Rimango delusa e disgustata. La storia mi e' sembrata a dir poco medievale, nulla del libro mi prende con trasporto.
Se quella stupida di Anastasia Steel fosse stata mia figlia l'avrei picchiata e incatenata alla porta di casa per non farla essere attratta da quell'uomo oscuro.
Non potrei mai pensarla soggiogata e sottomessa, non potrei mai accettarlo da una che e' figlia mia.

Il secondo libro delle 50 sfumature (il nero) mi ha incatenata al divano per tutta la notte, e cosi' in due giorni il libro e' stato divorato e pure digerito. Noto che la mia fame di lettura diveta pantagruelica.
Lui e' disposto a cambiare, lei e' disposta a provarci. Un rinascimento amoroso!
Non e' tanto il sesso esagerato che mi ha catalizzato pagina dopo pagina, quanto l'amore ossessivo e malato, dolce e denso di lui per lei e di lei per lui. Uno spaccato di vita amorosa che mi ha fatto idealizzare un uomo immaginario: figo e bello, ricchissimo e pure innamorato.
Chissa' se mia figlia potra' mai trovarlo uno cosi? Mi chiedo sul divano.


Ho realizzato di essere bipolare, non potevo detestarli nel primo libro e  innamorarmene nel secondo.

Mi chiedo: quando avro' letto anche l'ultimo, quale lettura potra' essere piu' coinvolgente?

4 commenti:

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Fossi in te, dopo uno sconvolgimento e un travolgimento del genere, mi purgherei col libro Cuore. ^^

bricolo-chic ha detto...

ti sei solo lasciata prendere da una scrittrice "di mestiere" una che sa come incatenare i lettori.

Oltre alla lettura purificatrice di Scarabocchio, visto che "Paura di volare non ti ha catturata" e ti scapisco l'ho sfogliato e subito riposto, suggerisco: "Fiesta" dove l'amore non si può consumare, "La noia" dove il sesso non è amore, "La lettera d'amore" dove l'amore fa sognare e stupisce, e "Donne che amano troppo" per capire che se un uomo ti fa soffrire è da mollare senza se e senza ma!
viva la lettura e viva i SEGNALIBRO SPECIALI!!!

Patti ha detto...

io invece mi son chiesta cosa ti abbia spinto a leggere il secondo se il primo non ti era piaciuto e aspetto, ovviamente, il giudizio sul terzo

wonder perlina ha detto...

care Scarabocchio e Bricolo-chic, mi butterò per la centesima volta nelle pagine di orgoglio e pregiudizio o forse di cime tempestose? saprò dirmi cosa mi cheterà.

Cara Bricolo, i segnalibri speciali sono speciali, hai ragione, io infatti adesso sto usando il cartellino di un foulard di pennyblack che mi fa ripensare a quel regalo per il mio 30% di figaggine.

Cara Patti, il primo viene troncato in maniera disonesta dall'autrice, non potevo non leggere il secondo e pure il terzo ma non li ho comprati, me li sono fatti prestare.