domenica 31 gennaio 2010

Pallina la gatta


Settimana conclusa, feste finite.

Sì, perché little princess ha avuto ben due festicciole in casa di cui una lunedì con nonni e zii ed una superlativa ieri pomeriggio con tanti amichetti diavoletti. Oggi mi sento un po' distrutta ma soddisfatta; il mio salotto con annessa cucina non vivibile non arriva a 40 metri quadri eppure ha ospitato stretti stretti 35 ospiti contenti e divertiti, di cui 15 erano bambini mostri scatenati che sono stati tenuti a bada dalla tata Silvia, animatrice domatrice di leoni, maestra d'asilo, donna leader nonché dolcissima compagna di giochi.


Domani passerò la giornata a pulire casa con wonder Lina, trovare un posto ai settanta quintali di nuovi giocattoli, ai milioni di capi di abbigliamento che little princess potrà tirare fuori dal suo guardaroba fornitissimo distinto per colori e per tipologia di abito, a mangiare tutti gli avanzi del catering delle nonne e delle zie per 150 persone e a pensare che ad aprile dovrò fare una bella festa anche a supernano Emo attila.

La gatta oggi apprezza il silenzio totale e la pace dei sensi.

3 commenti:

Tilly ha detto...

Mica male questa vita da gatti!!!
Tu lavori e lei già riposa!

Anonimo ha detto...

il giorno del compleanno di ogni bambino corrisponde all'anniversario di una grande faticaccia della mamma la quale normalmente lo festeggia con un'altra faticaccia... poi crescono sigh... patti

wonder perlina ha detto...

Grande faticaccia, prima, durante e dopo. Se rinasco, faccio il gatto.Baci a tutte