domenica 15 marzo 2009

Ho sposato un ingegnere


Mio marito non è un marito ma un ingegnere elettronico quindi ragiona solo con la fisica quantistica, parla solo di elettroni e legge solo riviste noiosissime, è un po' tutto stonato, fondamentalmente disadattato; per fare un lavoro in casa prende le misure per sei mesi, come dovesse costruire un astronave e inoltre, ci mette una vita a fare qualsiasi cosa. Inutile dire che la fa bene, ha avuto tutto il tempo per realizzare un master peace.

Durante la settimana lavora come uno schiavo nero prima di Lincoln e durante il week end è ridotto ad una molecola di uomo pertanto il bradipo tartarugato si trascina per casa passando di bagno in bagno e soggiornandoci per ore mentre io rivoluziono casa, taglio il prato, ripitturo i muri, smonto i mobili, lavo stendo e stiro, cucino e rassetto, faccio la spesa, sfamo i due mostri e li scacco. La domenica sera si accorge che il week end è maledettamente finito e ha perso un'altra occasione per fare uno dei mille lavori di casa da uomo che ci sono da fare.

Giovedì scorso il marito porta la cucciola in ospedale al Bambin Gesù per una visita. E' stato costretto a prendere un giorno off perché io non potevo accompagnarla. Ma il suo grande capo non gli dà un giorno di ferie, no!!! Perché tanto lui lavora da casa, al telefono e al pc tutto il giorno quindi l'accumulo di ferie e permessi aumenta con progressione geometrica percui se anche lo vedi aggirarsi per casa in realtà non c'è, lavora!!!!!!!!!!!
Gli dico: "amore, visto che porti la piccola al Bambin Gesù perché dopo non la porti allo zoo che sta li vicino?" Lui: " la porto all'orto botanico, sta più vicino". Io: "bravo così ti infiocina con uno zeppo di rosa secca, che gliene frega a quattro anni dell'orto botanico"? Fine della storia: gli compra un giocattolo alla bancarella e la riporta a casa.

Stamane aspettavamo mia zia da Orbetello, è una settimana che scozzo casa per fare bella figura, ieri giornata di pulizie totali. Stamane dopo che io avevo rifatto tutti i letti, ripassato la scopa elettrica, lo straccio, il piumino, il catturapolvere e l'antistatico ovunque il marito ingegnere mi dice: " che ne pensi se alzo il materasso"?

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHH!
Voglio urlare per due giorni e due notti di seguito!!!!!!!!!

Dopo pranzo marito ingegnere ci smamma perché deve montare il tubo della cappa. Ci vorranno tre giorni e tre notti....

3 commenti:

bricolo-chic ha detto...

che bel ritratto sono sicura che ne sarà felice... e
se gli presentassimo Mission Impossible? Mi sa che vanno d'accordo.
Per le sue ferie dovresti essere contenta: se cambia lavoro o quando va in pensione con le ferie arretrate vi comprate una casetta al mare, vedilo come piano di accantonamento...

Paola ha detto...

Hahaha! Ti capisco, anch'io ho avuto un marito ingegnere...:)
Grazie per il tuo commento, ora ti metto anch'io tra i miei blog preferiti!!
Ciao e resisti....!!:)

wonder perlina ha detto...

No, no, nessun'altra casa. Sarebbe una specie di altro trasloco. Meglio fare qualche giorno di ferie.
Baci a tutti